Seleziona una pagina

Una storia tutta italiana

Heremos nasce da un’idea di Giulia Di Tomaso, ingegnere bio-medico e di Alessandro Di Tomaso, esperto di Big Data, insieme ai ricercatori ed al personale clinico del Campus Biomedico di Roma. Un progetto al 100% italiano, vincitore del Bando LIFE 2020 della Regione Lazio per la reindustrializzazione e l’industria 4.0, finanziato tramite un Programma Operativo FESR. La realizzazione del progetto nella sua dimensione più industriale è affidata alla società RDSlab Srl, che vanta una significativa esperienza nel settore della gestione e dell’analisi dei dati.

Giulia Di Tomaso

Ingegnere Biomedico

Nata a Roma nel 1987, si laurea nel 2009 in Engineering with Business and Finance alla University College London in congiunzione con la London School of Economics. Nel 2014 consegue un dottorato in Biomechanical Engineering alla University College London, sviluppando modelli matematici e computazionali in ambito cardiovascolare. Durante il dottorato crea insieme a suo fratello ed un gruppo di amici una applicazione web e mobile per la gestione di eventi, oggi utilizzata in Europa ed Oltreoceano. Nel 2016 ottiene un incarico come Postdoctoral Fellow al Feinstein Institute for Medical Research di New York, dove si occupa dello sviluppo di sensori di monitoraggio per l’utilizzo in situazioni di emergenza e pronto soccorso. Attualmente è coinvolta in progetti su eHealth, Blockchain e sicurezza in Italia e negli Stati Uniti.

Alessandro Di Tomaso

Big Data Expert

Nato a Roma nel 1982, opera da diversi anni in campo imprenditoriale. Il suo percorso inizia nel 2004 quando, ottenuti finanziamenti da SVILUPPO ITALIA per l’imprenditoria giovanile crea una casa di produzione di servizi fotografici nel campo della moda e pubblicitario. Alla ricerca di nuove sfide, matura una rilevante esperienza nel settore fotovoltaico ed idroelettrico, con particolare interesse alla gestione delle problematiche autorizzatorie. Dalla precedente esperienza nel campo pubblicitario ed assieme alla sorella Giulia nel 2012 sviluppa una applicazione per la gestione di eventi. Attivo dal 2014 in RDSLab, azienda esperta di Big Data e Security, è responsabile del ramo aziendale dedicato a ricerca e sviluppo tramite collaborazioni con enti di ricerca pubbliche e private.

Università Campus Bio-Medico di Roma

Emiliano Schena

Professore associato presso l’Università Campus Biomedico di Roma, Emiliano ha conseguito il dottorato in ingegneria biomedica presso l’Università nel 2009. A partire dal 2010 ha svolto numerosi periodi da professore in visita presso prestigiose Università e Centri di Ricerca (City of Hope Medical Center, California-USA, Technion Israeli Institute of Technology, Haifa-Israele e la Sungkyunkwan University, Seoul-Coreal del Sud). Dal 2018 è chair del Chapter italiano dell’IEEE Sensors Council. I suoi principali interessi scientifici sono focalizzati sulla progettazione di dispositivi indossabili per il monitoraggio di parametri di interesse fisiologico, dell’applicazione di sensori basati sulla tecnologia delle fibre ottiche in ambito medico e sull’ablazione laser per la rimozione di tumori.

Luca Vollero

Professore Associato presso il Laboratorio di Sistemi di Elaborazione e Bioinformatica dell’Università Campus Biomedico di Roma, Luca si è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni e ha conseguito il dottorato in Informatica e Automatica presso l’Università degli Studi di Napoli, Federico II (2001 e 2005, rispettivamente). I suoi interessi di ricerca includono la progettazione e ottimizzazione dei sistemi di comunicazione indossabili a basso consumo, la configurazione e il management delle infrastrutture di rete, il signal processing.

Massimiliano Carassiti

Professore associato presso l’università Campus Biomedico di Roma dal 2007, Massimiliano  svolge attività didattica in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva, Medicina del Dolore ed Emergenze Mediche. Nel 1994 ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di Navarra. Dal 2002 è membro della Commissione Infezioni Ospedaliere e dal 2016 ricopre il ruolo di Presidente del Comitato Ospedale Senza Dolore presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico. Tra le principali attività di ricerca svolte in piena sinergia con la Facoltà di Ingegneria dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e numerosi colleghi stranieri vi sono: lo sviluppo e la caratterizzazione in scenari clinici di nuovi dispositivi sensorizzati per il monitoraggio delle pressioni esercitate durante l’utilizzo di laringoscopio, il monitoraggio di parametri vitali di pazienti critici con approcci non invasivi o minimamente invasivi.